La Scelta (Oltre la terra Vol. 1) (Italian Edition)


Free download. Book file PDF easily for everyone and every device. You can download and read online La Scelta (Oltre la terra Vol. 1) (Italian Edition) file PDF Book only if you are registered here. And also you can download or read online all Book PDF file that related with La Scelta (Oltre la terra Vol. 1) (Italian Edition) book. Happy reading La Scelta (Oltre la terra Vol. 1) (Italian Edition) Bookeveryone. Download file Free Book PDF La Scelta (Oltre la terra Vol. 1) (Italian Edition) at Complete PDF Library. This Book have some digital formats such us :paperbook, ebook, kindle, epub, fb2 and another formats. Here is The CompletePDF Book Library. It's free to register here to get Book file PDF La Scelta (Oltre la terra Vol. 1) (Italian Edition) Pocket Guide.
Paolo Pelliccioni, Volume 1 (of 2) by Francesco Domenico Guerrazzi

Moreover, Amaboldi's work rests on 'modern' basesand so enablesconstructionand architectureto becomea singlewhole. Butthis alsohappensas shown by the Case Katz - on the basis of an openlyaesthetic intention. The building's luciddesignis not just prominentbut actually creates an autonomous form, and thissmall formal'surplus' of emphasisis distinguished from an aestheticpoint of viewprecisely through its 'perceptual effectiveness'. In compliance with the ModernMovement and against the backdropof a harmonicrelationship between architectureand nature, Yoshida tells us that the Japanese house is alsobased on the "closetie betweenconstructionand architectural beauty".

Arnaboldi appealsto this principle, exploringit to develophis aesthetic 'enhancement'. Among membersof his generation, he is not the onlyone to cultivatesuch aspirations.


  • Navigation menu.
  • Short Story Press Presents Playing For The Devil;
  • Le cinéma de Saül Birnbaum (French Edition)?

Wecan identifynumerous commondenominatorsbetween his buildingsand, for example, those of certain representativesof SwissGermanarchitecture in the same years, from HodelHouseat Meggen by suo affinamento estetico. Tra gli esponenti della sua generazione non e I'unicoa coltivare simili aspirazioni. Le preoccupazioni comuni interessano il proseguimento logico dell'architettura moderna sotto il segno di un ' buon gusto semplice e chiaro"-con riferimento, inoltre, alia sensibilita e all'eleganza latina La casa giapponese rappresenta un paradigma che si presta particolarmente bene per enucleare e identificare il linguaggio peculiare e del tutto personale di Arnaboldi, votato all'insegna della ricercatezza.

La sua architettura ha ripercorso tutte Iefasi-e generazioni-del Movimento Moderno per giungerea una concezione formale che si distingue per raffinatezza e sensibilita, nonche per la costante assenza di ornamenti superflui. Ouale 'virtuoso"del mestiere, Michele Arnaboldi aggiunge all'architettura ticinese un importante capitola di 'affinamento" dellacultura architettonica.

Dal ' e professore ordinario di Storia dell'a rte e dell'architettura al Eidgen6ssische Technische Hochschule di Zurigo ETH e dal ' ha ricoperto a carica di Direttore dell'lnstitut fUr Geschichte und Theorie der Architektur gta della stessa universita, Egli conta molte pubblicazioni - fra cui ricordiamo quello piu recente Palladianismus - e curatele di importanti mostre fra Ie quali: Trionlo del Berocco Torino e Washington, ' , Palladio e ilNordEuropa Vicenza,' , Griechische Klassik.

Dal'98' al ,ggB e stato co-editore della rivista Daidalos e dall99 ' al ' rnembro del comitato ecitoriale dellarivista Archithese. Egli ha fondato la Stiftung BibliothekWerner Oechslin ad Einsiedeln, dove vi organizzaannualmente dei seminari a livello internazionale.

The commonconcerns relate to the logical continuationof modem architecture under the aegisof 'clear and simple good taste', while also drawing on Latin elegance and sensibility. The Japanese house is a paradigmthat lends itselfespecially well to explaining and identifyingArnaboldi's distinctiveand wholly personalvocabulary, devoted to enhancement. Hisarchitecturehas retraced all the phases-and generations-of the Modern Movement to attain a formalconceptionthat is distinguished by its refinementand sensibility, as well as its avoidance of superfluous decorations.

A'virtuoso' craftsman, Michele Arnaboldi adds an important chapter on the 'enhancement' of architecturalculture to the Ticinese architecture. Werner Oechslin studied an history, archaeology,philosophy and mathematics at the universities of Zurich and Rome. Hehas produced numerous publications, among which his most recent Palladianismw , and curated important exhibitions including: The Triumphof the Baroque Turin and Washington, , Palladioand Nonhe rn Europe Vicenza, , GriechischeKla.

He founded the Stiftung Bibliothek Werner Oechslin at Einsiedeln, wherehe organises annualseminars on the inremational level.

He has devoted particularattention to contemporary architecture inSwitzerlandandthe 'Ticinese School'with a numberof significant critical contributions. Nicoletta Ossanna Cavadini Intervista: luce,tempo e luogo nel pensiero di Michele Arnaboldi Interview: light, time and place in the thought of Michele Amaboldi Nicoletta Ossanna Cavadini: Architetto Arnaboldi Ie successive esperienze di viaggio, nonche i primi rapporti con i maestri dell'architettura contemporanea, cosa ricorda degli aspetti fondativi di quelperiodo?

Nicoletta Ossanna Cavadini:In retracingtheperiod ofyour architecturaleducation, at the Em in Zurich- a school of excellence in theSwitzerland of theseventies- andyour subsequentexperiences of travel, as wellas yourfirst relationships withthe masters ofcontemporary architecture, what doyou rememberof thatformative period?

Read e-book LE STORIE CONTINUANO (Collana Narrativa Moderna) (Italian Edition)

Michele Arnaboldi: Gli anni Settanta a Zurigo sono stati particolarmente vivaei. Nel estata organizzata I'esposizione Tendenzen - Neuere Architektur im Tessin dedieata all'arehitettura tieinese: la pri ma grande "rasseg na"sull'architettura pili innovativa del Cantone Tieino che faceva eonoscere Ie opere della giovane generazione con eta compresa fra i 35 e i 45 anni. A seguito di quella es posizione molti architetti sono stati invitati ad insegnare a Zurigo.

In quellaoccasione ho potuto eonoscere bene Luigi Snozzi e Livo Vaechini, frequentando i loro corsi ed avendo modo di poteravere un dialogo diretto estremamente formativo. Ho studiato poi eon Dolf Schnebli che proprio in quegli anniaveva chiamato ad insegnare a Zurigo Aldo Rossi Per tutti noi, giovani studenti, Rossi e stato un grande puntodi riferimento sia metodologieo ehe eritieo, strumenti necessari per imparare a leggere la storiadell'arehitettura, la storiadella citta e del territorio. Insegnamenti questi che, ancora oggi ritengo fondamentali nel mio modod'intendere la professione, e che mi hanno permesso di portare 10 sguardo sui dibattito architettonico internazionalea eui Rossi mi ha abituato a saper guardare con grande attenzione.

A Zurigo ho traseorso anni feliei, ho vissuto in una scuola molto seria ed aperta aile novita del periodo, e forse ho trascorso,da giovane studente, il momento pili vivace e riceo di stimoli culturali, impulsi portati dalla nuova - denominata im propriamente - "Scuola tieinese"che si apriva aile"Iuci della ribalta". Kahn 74 , Ie cui opere ho visto con grande curiosita alcuni anni dopa.

L'impegno di Le Corbusier in Europaed Ind ia, mi ha colpito in modo duraturo e signifieativo.

Grad Main Menu

Credo, infatti, che Ie villead Ahmedabad siano Ie esperienze di architettura che hanno destato in me maggior emozione ed entusiasmo, giudizio ehe ritengo valido a tutt'oggi. Successivamente un viaggio negli Stati Uniti mi ha dato l'opportunita di conoscere da vicino I'opera Louis I. La visita -svol ta Michele Amaboldi: The seventies in Zurich were especially lively. Thiswas the first major'survey' of the most innovative architecture of the CantonTicino. It made known the worksof the younger generation, ranging in age between thirty-five and forty-five. Following the exhibition numerous architects were invited to teach in Zurich.

On that occasionI got to know Luigi Snozziand Livo Vacchini well, attending their courses and getting opportunities for a direct and extremely formative dialogue.

Download PDF LE STORIE CONTINUANO... (Collana Narrativa Moderna) (Italian Edition)

Then I studied under Dolf Schnebli , who in those same years had appointed AldoRossi 97 to teach in Zurich. For all of us young students Rossi was a major point of reference, both methodological and critical,providingthe essential instruments to enable us to read the history of architecture, the history of the city and the territory. Even today I feel those teachingswere fundamental to my way of understanding the profession, and they focused my gaze on the international architectural debate, which Rossi trained me to look at with closeattention.

I spent some happy years in Zurich. I livedin a very serious school, one that was receptiveto the innovations in the period, and perhaps the period I spent there as a young student was the liveliestand richest in cultural stimuli, impulsesimparted by the new- and inappropriately named- 'Ticinese School'then in the 'limelight'. Kahn , whose works I saw with the greatest curiosity some years later.

Myimpressions of LeCorbusier's work in Europe and India were lasting and significant. I believehis villasat Ahmedabad were the architectural experiences that elicited mygreatest excitement and enthusiasm, a judgment that I feel is still validtoday. Subsequently a journey to the United States gave me an opportunity to see the workof Louis I.

Louis, ho spintoa miavoltagli studenti a visitare il rnuseo di Kahn. Erano gli anni in cui in America il modello prevalente era il decostruttivismo, quindi era diffieile insegnare il nostro metodo di concepire il progetto. In quel periodo ho avuto la possibilita di conoscere direttamente Ie opere di Wright a Chicagoe in California, opere che mi hanno interessato di piudelle Prairie Houses.

Purtroppo di Richard Neutra non ho vistomolto in America; 10 conosco meglio grazieaile opere che ha laseiatoqui inTieino ad Ascona e in Val Resa. Altro viaggio importante e stato quello verso il Brasile per ammirare I'opera di Oscar Niemeyer : straordinario vedere questo linguaggio della modernita! Mi piacerebbe ritornarei per guardarlo con occhi"diversi" e Nelle mieintenzioni io nonvolevo ritornare inTieino, ma ne dopo aver terminato gli studi, c'era una crisi molto forte e poco lavoro negli studi d'architettura cosl per un anno ho insegnato nelle scuole.

Luigi Snozzi, che era stato relatore nel progetto di diploma, mi ha chiamatopoi a lavorare instudio da lui, cosi ho deeiso di ritornare nellamiaterra natia. Perb ho sempre mantenuto i contatticon Zurigo, in quanto sono stato per dieeianni assistente da Dolf Schnebli e poi Assistant Professor nei lavori di diploma. Ineomineiando ad avere 10 studio in proprio a Loearno ei sono stati rimpianti 0 petplessitenei primi anni della professione indipendente?

Rimpianti no, perche la collaborazione con Luigi Snozzi, molto arricchente sotto il profilo culturale, e continuataa lungocon un rapporto paritario fra professionisti. MaIe delusioni sono state molte, iI Cantone Tieino infatti e una "piccola" realta, II mio studio ha vinto molti progetti inconcorsi - su scala regionale-, ma non sono mai riuseito in quegli anni a realizzarne uno. II motivoera da ricercare nellapoca fiducia data ai giovani, imperante unavisione diapertura culturale molto "provineiale".

Questa difficolta la sento ancora oggi: non ho relazioni politiche privilegiate, e tale indipendenza viene penalizzata. Non rimpiango questa scelta che e voluta, ma e diffieile da sostenere, io lavoro con continuita da einque-seianni su vent'anni dacche ho 10 studio a Locarno. Louis, I in my turn used to urge the students to visit Kahn's museum.

Those were the years when the prevailingmodel in America was deconstructivism, so it was especiallydifficult to teach our method ofconceiving the project.

In that periodI had the opportunityto get to know Wright's worksin Chicago and Californiadirectly. Theyinterested me more than the Prairie Houses. UnfortunatelyI never saw much by Richard Neutra in America. I know him better thanks to work he left here in Ticino at Ascona and in ValResa. Another important journey was to Brazilto admire the work of OscarNiemeyer It was extraordinary to see his language of modernity! I'd love to go back and see it now with 'different' and more mature eyes. Yourfirstjob, andsoyour returnas a graduateto Tieino, made a strongimpact. Where didyou work in thefollowingyears?

It wasn't myintention to return to Ticino, but in , after finishing mystudies, there was an acute crisisand there wasn't a lot of work in architectural offices, so for a year I taught in schools. Luigi Snozzi,who had supervisedmy diploma project,then called me back to work in his office, so I decided to return to my homeland.

Arcadia | Media

ButI alwayskept up contacts in Zurich, as I was DolfSchnebli's assistant for ten years and then Assistant Professorin the diploma work. I alwayshad a very closerelationship with the ETH down to Starting your ownoffice in Locarno, didyou have any regrets or misgivings in the earlyyearsofyour professional practice? Regrets,no, because mycollaborationwith Luigi Snozzi, which enrichedme greatlyin cultural terms, continued for a long time on an equal footingbetween professionals.

But there were plenty of disappointments. CantonTicinois a 'small' world. Myoffice won a lot of projectsin competitions,on a regional scale, but in those years I never managed to build one of them. The reason was the lackof confidenceshown in a young architect, with the prevalenceof a very 'provincial'cultural outlook.

I still feel this difficulty today. I have no privileged political connections,and this independence is penalised. I don't regret this choice,which is deliberate, but it's difficultto keep going. I'veworked with continuity for only fiveor sixyears out of the twenty, since I've got an office in Locarno. Questi riferimenti in chemodo sono relazionati alia ricerca della composizione architettonica? Yourprojects reveal somecultural references to the Modern Movement and thegreatmasters in particular Le Corbusier, Northern Europe and theAmerican School.

Howdo these references relate toyour research intoarchitectural composition? In fondo, credo che questi grandi maestri hanno lasciato dei segni universali nell'architettura, rispetto a quello che accade oggi, dove I'architetto cerca prevalentemente una "griffe"personale. II nostro mondo e portatoa ricercare un'immagine riconoscibile.

Introduzione

AII'epoca gli architetti non avevano questa preoccupazione perche dovevano rielaborare e superare illinguaggio dell'architettura classica, sulla base pero di un forte retaggioculturale. Oggi mi sembra di scoprireuna misconoscenza di questi maestri, laddove si rivendica una voluta autonomia 10 ho fatto parte per diversi anni dellacommissione di redazione della rivista Werk Bauen und Wohnen, ed ho sempre avuto difficolta nellacomprensione e valutazione dei progetti da pubblicare quando I'espressione era solo basata su criteri di Iinguaggio e quindi soggettivi.

II riferimento culturale, anche se poi completamente rielaborato, ti permetteun raffronto, una crescita intellettuale. Nel resto dellaSvizzera, invece, tendenzialmente si emetteva un giudizio personale, dove i riferimenti culturali non erano piu leggibili, poiche erano andaticompletamente perduti.

II mio mododi concepire il progettoe la composizione architettonica dellastesso, e molto diverso. Infatti, quando inizio a pensaread esso cerco di sviluppare, dapprima il rapporto con il sitoe di come- da questo- si possa guardare al paesaggio, seguendo pero un programma precisoche abbia al suo interno anche dei riferimenti culturali. Nel caso di Case Vignascia J a Minusio - per esempiodeterminante e stata la riflessione del rapporto con illago, con iI paesaggio circostantee, rispetto alia forma del lotto, iI riferimento culturale ha guardatoal principio dell'lmmeuble Villa e della Maison Citrohan di Le Corbusier.

La Scelta (Oltre la terra Vol. 1) (Italian Edition) La Scelta (Oltre la terra Vol. 1) (Italian Edition)
La Scelta (Oltre la terra Vol. 1) (Italian Edition) La Scelta (Oltre la terra Vol. 1) (Italian Edition)
La Scelta (Oltre la terra Vol. 1) (Italian Edition) La Scelta (Oltre la terra Vol. 1) (Italian Edition)
La Scelta (Oltre la terra Vol. 1) (Italian Edition) La Scelta (Oltre la terra Vol. 1) (Italian Edition)
La Scelta (Oltre la terra Vol. 1) (Italian Edition) La Scelta (Oltre la terra Vol. 1) (Italian Edition)
La Scelta (Oltre la terra Vol. 1) (Italian Edition) La Scelta (Oltre la terra Vol. 1) (Italian Edition)
La Scelta (Oltre la terra Vol. 1) (Italian Edition) La Scelta (Oltre la terra Vol. 1) (Italian Edition)
La Scelta (Oltre la terra Vol. 1) (Italian Edition) La Scelta (Oltre la terra Vol. 1) (Italian Edition)
La Scelta (Oltre la terra Vol. 1) (Italian Edition)

Related La Scelta (Oltre la terra Vol. 1) (Italian Edition)



Copyright 2019 - All Right Reserved